Attività per le scuole

CHI SIAMO
Associazione culturale PanicArte
PanicArte nasce a Bologna nel 2006 con lo scopo di educare attraverso lo studio e la pratica delle arti performative e motorie  (teatro, danza, circo, arti visive, musica). A tal fine l’associazione prevede una intensa attività formativa e pedagogica all’interno di scuole, enti di formazione, associazioni, comuni ed enti locali proponendo percorsi didattico-creativi, spettacoli, rassegne e laboratori teatrali, circensi, artistici, attività di intrattenimento, di drammatizzazione, appositamente strutturate in base alle fasce di età, alla provenienza culturale e alle condizioni sociali di appartenenza: bambini, adolescenti, persone in situazione di handicap e stranieri. L’associazione si avvale di esperti nell’ambito della pedagogia teatrale, dell’insegnamento delle arti circensi, degli studi sul teatro delle “diversità” e dell’integrazione sociale nonché della didattica dell’arte ed operano da diversi anni in ambito scolastico e professionale.

OFFERTA FORMATIVA 2016/2017
L’offerta per le scuole 2016/2017 prevede percorsi di circo, danza, teatro di figura e teatro fisico dedicati a bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni.
Scarica l’offerta formativa 2016/2017

LA SCUOLA DI CIRCO&TEATRO PER BAMBINI – per bambini e ragazzi dai 3 a 14 anni

Attività nelle scuole

Il percorso pedagogico di avvicinamento alle tecniche circensi e teatrali della scuola di circo ha come principali obbiettivi quelli di stimolare la creatività e le capacità espressive dei bambini e dei pre-adolescenti.
Insegnanti qualificati e diplomati presso scuole di circo contemporaneo, accademie e scuole di teatro avvicineranno i bambini/ragazzi alle straordinarie potenzialità delle principali arti circensi, della danza e del teatro di figura, contestualizzati da un lavoro teatrale di base.

Le tecniche e le attività affrontate affrontate saranno uno stimolo al corretto sviluppo pico-fisico dell’allievo.

In particolare, per quanto riguarda il percorso focalizzato sulle arti circensi e la danza:

  • L’acrobatica diventerà un pretesto per conoscere il proprio corpo, un mezzo per indagarne le potenzialità espressive, acquisendo contemporaneamente autodisciplina, controllo, sicurezza.
  • L’acro-balance e le figure acrobatiche di insieme saranno lo strumento di conoscenza dei propri compagni, instillando ed incentivando i concetti di fiducia reciproca e spirito di gruppo.
  • La giocoleria introdurrà all’esplorazione delle capacità manuali e dell’allenamento psicosensoriale, sviluppando la fantasia e la creatività attraverso la trasformazione di un qualsiasi oggetto in un attrezzo di jonglage.
  • L’equilibrismo sarà uno stimolo per conoscere e gestire il proprio equilibrio ed il controllo del proprio corpo.
  • Ed infine la clownerie, elemento fondamentale di tutto il percorso, permetterà ai bambini/ragazzi di mettersi in gioco, di superare le proprie inibizioni, di trasformarsi con trucchi e travestimenti e contestualizzare i principi delle tecniche acquisite in elementi per la creazione scenica. L’allievo imparerà così a conoscersi, sviluppando nuove capacità ed approcciandosi ad un percorso di apprendimento attraverso la ricerca del “proprio clown.

I percorsi dedicati al teatro di figura e alla scoperta delle antiche tecniche delle ombre, burattini e marionette saranno invece stimolo soprattutto per le dimensioni fino-motoria e relazionale:

  • La costruzione del proprio oggetto teatrale permetterà, in base all’età del bambino/ragazzo, di sviluppare e accrescere le proprie capacità fino-motorie.
  • La creazione della drammaturgia collettiva sarà uno stimolo all’utilizzo creativo della scrittura, vissuta come progetto comune a rinforzo del gruppo.
  • La scelta dei materiali introdurrà concetti fondamentali come il riciclo creativo e l’ecologia.
  • L’utilizzo dell’oggetto manipolato, come il burattino, sarà uno stimolo per il bambino/ragazzo ad esprimere se stesso aldilà delle inibizioni, contribuendo alla costruzione della propria identità.

Obiettivi Generali

  • Sviluppare un percorso pedagogico a partire dallo studio delle arti circensi e teatrali e dallo sviluppo dell’elemento di messa in gioco di sé insito in esse.
  • Sviluppare le capacità espressive del singolo alunno attraverso strumenti di comunicazione alternativi.
  • Sviluppare le capacità relazionali del singolo alunno all’interno del gruppo e accompagnarlo nella costruzione della propria identità
  • Acquisire il linguaggio del corpo, migliorando le capacità grosso e fino-motorie attraverso le tecniche circensi, la danza, il teatro di figura.
  • Acquisire il concetto di interculturalità e di diversità e migliorare la capacità di accettazione dell’altro e della capacità di collaborare per un fine comune.

I percorsi della Scuola di Circo&Teatro per bambini per gli Istituti scolastici sono divisi in varie tipologie di intervento, differenziate per caratteristiche, moduli formativi, obiettivi. Possono essere organizzati sia in orario scolastico che extra-scolastico.
www.facebook.com/pages/Scuola-di-circo-e-teatro-per-bambini-di-Bologna/

IL TEATRO DELL’ERA GLOBALE – per ragazzi dai 14 ai 19 anni

Immagine tratta dallo spettacolo Desaparecidos#43

Il teatro dell’era globale è un percorso didattico che ha come obiettivi principali non solo lo sviluppo della creatività e delle capacità espressive e psico-fisiche dei giovani dai 14 ai 19 anni; esso vuole anche favorire la formazione del pensiero critico e del gusto artistico, attraverso l’esperienza visiva e pratica del teatro. Il teatro fisico, in particolare, è il fulcro intorno al quale ruotano i tre progetti proposti nella sezione dedicata alle Scuole Secondarie di Secondo Grado, i quali comprendono un’immersione nel mondo dell’arte e della creatività, ma anche della riflessione, per sviluppare la capacità di leggere attivamente la realtà sociale e il mondo contemporaneo.

Il progetto Il teatro dell’era globale si compone di tre percorsi che possono essere affrontati a moduli o singolarmente e in cui si vanno a toccare tematiche fondamentali, sia storiche che di forte attualità. Ogni modulo è diviso in due parti, permettendo ai giovani allievi di essere prima fruitori e successivamente produttori di teatro, in un’ottica di sviluppo del know-how con al centro il ragazzo, la sua individualità e potenzialità.

La prima parte prevede la visione di uno spettacolo prodotto dalla compagnia Instabili Vaganti, che nei suoi dieci anni di attività ha circuitato in Italia e all’estero venendo riconosciuta come un’eccellenza del panorama teatrale nazionale e internazionale. I tre percorsi spettacoli proposti potranno essere allestiti all’Istituto Scolastico di riferimento oppure potranno essere visionati al LIV-Performing Arts Centre, sede dell’associazione e della compagnia, provvista di una sala teatrale atta a contenere 50 alunni.
I tre percorsi prevedono tre spettacoli storici della compagnia Instabili Vaganti, vincitori di numerosi premi in tutto il mondo:
Stracci della memoria. Tema principale: la memoria individuale e collettiva, il rapporto con le tradizioni popolari, la guerra e la Resistenza storica sul territorio dell’Emilia – Romagna. Made in Ilva o l’Eremita Contemporaneo.  Tema principale: il problema del lavoro in relazione alla questione ecologica-ambientale.
Desaparecidos#43. Tema principale: il problema delle sparizioni forzate, le dittature contemporanee, il potere della comunicazione web nell’era globale e nelle nuove generazioni.
La seconda parte del percorso prevede un laboratorio teatrale tenuto dalla stessa compagnia Instabili Vaganti e da artisti-educatori di comprovata esperienza nel campo didattico, diplomati in accademie teatrali e figurative.
Gli operatori lavoreranno con il gruppo di alunni nella scuola di riferimento sviluppando le tematiche affrontate nello spettacolo visionato, secondo una metodologia che intreccia la pratica alla teoria: i ragazzi verranno accompagnati in un percorso di riflessione che dal teatro fisico, dal corpo, apre alla creazione drammaturgica, alla documentazione teatrale, alla comunicazione nell’era dei social media. I temi di riferimento portati avanti dagli spettacoli potranno essere così’ sviluppati attraverso il coinvolgimento attivo dei ragazzi.

Obiettivi generali

  • Sviluppare l’autonomia critica attraverso la visione degli spettacoli
  • Arricchire il bagaglio storico-culturale e la memoria collettiva, sviluppando i temi socio-politici proposti dagli spettacoli
  • Educare alla fruizione attenta e consapevole degli spettacoli, guidando all’interpretazione dei diversi linguaggi utilizzati e al linguaggio simbolico
  • Sviluppare le capacità creative e interpretative attraverso il laboratorio pratico
  • Sviluppare le capacità psicofisiche e relazionali del singolo alunno e del gruppo
  • Approfondire e riflettere intorno a concetti fondamentali quali la discriminazione, il pregiudizio, l’etica, i diritti umani
  • Stimolare gli alunni alla creazione di un percorso comune e condiviso
  • Apprendere le tecniche base per la documentazione teatrale

I percorsi di Teatro dell’era globale per gli Istituti scolastici sono divisi in varie tipologie di intervento, differenziate per caratteristiche, moduli formativi, obiettivi. Possono essere organizzati sia in orario scolastico che extra-scolastico.

CONTATTI

Responsabile organizzativo: Giorgia Nason
Referente insegnanti: Maria Grazia Bazzicalupo
Tel: 0519911785
Mail: scuoladicirco@panicarte.com