Le rotte dei migratori

Le rotte dei migratori

Workshop di arti visive e scenografiche
Condotto da Luana Filippi
24 e 25 Marzo 2012
h 11.00 – 13.00

Le tematiche che verranno sviluppate nel laboratorio s’inseriscono in una poetica artistica nella quale il dislocamento iconografico e segnico, ed il suo superamento rappresentano la possibilità di un incontro creativo.
Gli spazi del LIV diverranno i luoghi attraverso i quali le rotte culturali di cui sono portatori i partecipanti potranno confrontarsi per dare forma ad una mappa ibrida, in grado di accogliere in sé l’istanza individuale e l’istanza collettivamente trasversale.
La prima fase del laboratorio si articolerà nella costruzione di maschere totemiche ispirate alle suggestioni emerse durante il lavoro di ricerca teatrale, con l’ausilio di materiali poveri e naturali.
Nella fase successiva i partecipanti saranno invitati a tracciare degli interventi visivi con colori acrilici e polveri colorate in alcuni spazi interni al LIV per dar corpo a scenografie effimere destinate a perdurare esclusivamente nelle giornate del festival.

Luana Filippi è una artista visiva, vive e lavora a Bologna.
Si è diplomata in grafica pubblicitaria, grafica cinetica e fotografia  presso l’Istituto d’arte “F. Depero” di Rovereto (TN).
In seguito, si è trasferita a Bologna,  dove ha frequentato l’Accademia di Belle Arti diplomandosi in Pittura.
Si è specializzata nel corso biennale abilitante di secondo livello ad indirizzo didattico presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.
Dal 2006 collabora con la compagnia teatrale Instabili Vaganti curando l’aspetto visivo di alcuni progetti teatrali e performativi.
Dal 2010 collabora con il LIV Centro di ricerca e formazione nelle arti performative di Bologna per il quale progetta laboratori didattici creativi.
Attualmente conduce un percorso di ricerca e di interazione tra arti visive ed arti performative attraverso i linguaggi della fotografia, della pittura, della grafica e dell’installazione con particolari riferimenti alle tematiche della memoria e dell’identità personali. Alla ricerca artistica affianca l’attività di docente nella didattica dell’arte nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Tra gli ultimi progetti sviluppati si segnalano:
MigrAzioni progetto artistico in collaborazione con Instabili Vaganti presso Tjautjasjaur, Lapponia (Svezia), 2011.
Casa Verde mostra collettiva a cura di K. Baraldi presso Casabianca Gallery di Zola Predosa (BO), 2011.
Percorsi d’arte nella natura  artista selezionata per la partecipazione al workshop condotto da E. Fantin e promosso dal servizio Cultura e Pari Opportunità della Provincia di Bologna e dall’Associazione Ga/Er, 2010.

 

 

Share this!

Subscribe to our RSS feed. Tweet this! StumbleUpon Reddit Digg This! Bookmark on Delicious Share on Facebook