Il lavoro teatrale con maschera

Il lavoro teatrale con maschera

Laboratorio sulla maschera
Diretto da Silvio Castiglioni

23– 25 aprile 2013

10.00 – 15.00

La maschera è una sintesi potente e completa del lavoro teatrale. Potente: poiché è diaframma dietro al quale si accumula energia, che s’imparerà a padroneggiare e indirizzare. Completa: poiché l’esercizio della maschera chiarisce la relazione fra mostrare, essere guardato e vedere; e perché attraverso di essa si studia la soglia che separa (e unisce) spazio della scena e spazio degli spettatori.
Lo studio corretto della maschera non implica l’adesione a specifiche scelte stilistiche, poetiche o drammaturgiche; né si studia la maschera con lo scopo dichiarato di utilizzarla in scena. Obiettivi principali del lavoro con maschera sono: una migliore conoscenza delle proprie peculiarità,
Le prime sessioni saranno dedicate all’analisi e alla decostruzione dei comportamenti acquisiti al fine di ottenere un buon controllo in scena: consapevolezza del luogo e dello spazio, e un soddisfacente atteggiamento neutro.

Seguirà lo studio di alcune forme espressive con maschera, partendo dalle culture e dalle tradizioni teatrali più vive, vicine e lontane: dalla commedia dell’arte, al teatro-danza orientale, alle suggestioni del cinema e della video arte. Motore del lavoro sarà la ricerca delle radici e delle sorgenti della propria energia, e il contatto con la lingua materna propria di ciascuno, sia in senso fisico che vocale. Per imparare anche a… rinunciare alla maschera.
Saranno utilizzate maschere in cuoio di Donato Sartori e Stefano Perocco di Meduna, e maschere artigianali di legno e cartapesta.

Date: dal 23 al 25 Aprile 2013, h 10.00 – 15.00

Consulta il programma dei workshop

Workshop of Mask and Commedia dell’Arte
directed by Silvio Castiglioni

The mask is a powerful and complete synthesis of theatre work. The correct studying of the mask doesn’t imply to follow specific stylistic, poetic or dramaturgic choices. We don’t study the mask with the declared aim to use it on stage. Main targets of the work with the mask are: a better knowledge of own peculiarities, an increase of sensibility and an enlargement of expressive potentiality.
First sessions will be dedicated to analysis and deconstruction of acquired behaviours in order to obtain a good control on the stage: awareness of place and space and a neutral attitude. Later some forms of expression with the mask will be studied, starting from cultures and theatre tradition, close and far: from commedia dell’arte, to eastern dance-theatre, from cinema suggestions to video art. We’ll work with leather masks – by Donato Sartori and Stefano Perocco di Meduna – and craft masks made of wood and paper mache.

Participants: performers, actors, visual artists.

Date: 23rd- 25th April 2013, h 10.00 – 15.00

Read the  workshop programme

Share this!

Subscribe to our RSS feed. Tweet this! StumbleUpon Reddit Digg This! Bookmark on Delicious Share on Facebook